giovedì 30 luglio 2015

Acquisti beauty di luglio


Shopping di luglio...

Da Sephora ho ripreso il loro eyeliner ergonomico, che mi era piaciuto e che mi era durato tanto; di Too Faced il prodotto polvere/cera/gel per sopracciglia, che non mi stà convincendo molto:



Da Ipersoap ho preso il detergente intimo lenitivo con malva, tè verde e camomilla di Giardino Cosmetico, l'olio doccia protettivo dell'abbronzatura di Nivea e i barattoloni del borotalco Felce Azzurra e dello scrub rimodellante di Equilibra (quello di Geomar mi piace di più, ma la differenza è minima mentre il costo è inferiore di circa 4 euro!):


Su Starbene due minitaglie da 100 ml dello shampoo Full Nuritive di Bipoint:


Infine ho fatto l'abbonamento alla MyBeautyBox: cliccando sul link diretto che ho inserito trovate spiegato di cosa si tratta.
E inserendo il codice *BLOG20* si ottiene il 20% di sconto!
 
Ecco il contenuto della box di luglio, di cui sono rimasta abbastanza soddisfatta (tanto da sottoscrivere l'abbonamento anche per agosto):


Di Equilibra dentifricio sbiancante all'aloe e campioncino Dermo-Oil multiattivo; spazzolino da denti; di Mavala olio per cuticole e smalto 129 Candy Pink; ventosa CelluBlue per massaggi anti-cellulite; della Matt salviette struccanti AgeActiv con acido ialuronico; della Euphytos spray bifasico senza risciacquo per capelli sfibrati: caramelline per la gola al ribes nero; copia della rivista Amica (quando l'ho vista mi è venuto da ridere ^^) con simpatica troussina.

La cosa che proprio non mi piace è il colore dello smalto (che infatti ho già rifilato a un'amica), quella che ho gradito di più l'olio per cuticole che pensavo di comprare. Nel complesso sono tutte cose utili e il fattore sorpresa è molto carino!


mercoledì 29 luglio 2015

"Gallia Est"


Una lezione di Madame Chic che ho cercato di mettere in pratica è stata quella di dedicare più tempo alla lettura e infatti, tolti quelli letti in vacanza, erano secoli che impiegavo meno tre settimane per leggere un libro. Diciotto giorni per un libro di 345 pagine, semplice e scritto con il meraviglioso carattere "per orbi" che usa (usava) la Hobby & Work sono tanti, lo so bene, ho un passato da pendolare/divoratrice di libri, ma considerando che l'anno scorso ne ho letto soltanto sei, sono molto soddisfatta e spero di incrementare ulteriormente questa sana abitudine, in barba a Candy Crash!!

Venendo al libro, questa volta Publio Aurelio Stazio, protagonista della saga, si trova a dover risolvere prima un omicidio, che poi diventano tre, in Gallia.

Testo scorrevole e divertente, con una buona trama gialla. Come sempre, consiglio i romanzi della Comastri Montanari, sono davvero carini, ben scritti e sempre molto fedeli alla realtà della storia.

Di questo romanzo mi ha delusa, però, la fine, il post risoluzione del caso: un capitolo alla "tarallucci e vino", secondo me, del tutto evitabile.


martedì 14 luglio 2015

Ciao Gastone



Eri il gatto più curioso e più buono del mondo...

Mi mancherai in ogni momento :-(


sabato 11 luglio 2015

"Le lezioni di Madame Chic"


E' la prima volta che leggo un libro scritto da una blogger, senza per altro aver mai seguito il blog in questione! 

Questa Jennifer L. Scott, californiana, fornisce consigli su come migliorare la propria vita di donna (e madre, e moglie, ecc...) basandosi sull'esperienza fatta a Parigi, dove ha trascorso sei mesi dopo gli studi, ospite di quella che lei chiama "la famiglia Chic".

Se si è fra i (tantissimi!!) italiani che non sopportano i francesi, ecco che questo libro può solo irritare fornendo infinite conferme su quanto siano snob al di là delle Alpi!

Invece a me i francesi piacciono, e non poco. E riconosco alle donne francesi quella allure di cui si vantano, che non tutte sicuramente hanno, ma che - se la hanno - è netta e unica, per cui questo libro non mi ha irritata, tranne la stessa autrice, che in molti punti mi ha ricordato la super perfettina Bree delle Casalinghe disperate (che oltre tutto era la mia preferita, magari anche solo andando per esclusione...).

E riconosco anche la futilità degli argomenti trattati: bellezza e stile, vivere con classe, ecc, ecc...
Possono anche essere fonte di nervosismo perchè quando si hanno problemi di salute, economici, coniugali e via dicendo, penso sia normale non avere nè voglia nè tempo nè altro per seguire le mostre al museo o per dare cene a tema poetico!
Diciamo anche che non si può essere interessati a tutto nè tanto meno essere interessarsi a qualcosa solo perchè fa chic.
Jennifer consiglia di ascoltare Chopin per evolversi nell'arte della musica... ma che si tenga Chopin che io mi tengo Fossati e De Andrè, senza il minimo dubbio!!

Comunque sia, quando e dove si può, credo sia bello e utile cercare di migliorare le nostre vite partendo dalle piccole cose (e soprattutto seguendo ciò che ci piace, anche se non è di classe...).
Ad esempio penso alla mia passione per le cose beauty: quante volte il profumo di un bagnoschiuma e la coccola di una crema corpo  mi hanno dato respiro alla fine di una giornata storta? I problemi, se tali, sono rimasti, ma spesso il malumore se n'è andato giù dallo scarico della doccia con la schiuma! 
O ancora: tornare a casa e concedersi un aperitivo casalingo in dolce compagnia... cercare il mangiarsano... pensare a cosa manca davvero nel nostro armadio e andare alla ricerca esclusivamente di quello...
Tutte cose futili, lo so, ma che a loro modo possono essere un bel valore aggiunto.

Allargherei il concetto anche alla capacità di vivere con lentezza, ma di questo nel libro non si parla, è una cosa che apprezzo io, moltissimo!

Certo, non tutto è possibile e/o non lo è sempre, però - secondo me - è importante (per noi stesse) cercare di migliorare le nostre vite con quel poco, o quel tanto, che ci possiamo permettere in termini di denaro, di tempo, ecc...
Pensando "beata lei che può" (Jennifer, non io!) ci freghiamo da sole e basta...

Il consiglio migliore del libro (tanto per farvi capire il livello, anche se mi è chiaramente piaciuto): un bicchierino di porto come aperitivo!
E io aggiungo: non il Sandeman! Almeno il Rozen, meglio ancora se il Taylor!
Uno dei piccoli piaceri della mia nuova vita (scoperto ben prima di leggere questo romanzo)...




mercoledì 1 luglio 2015

Prodotti finiti di giugno


Smaltimento prodotti di giugno:


Skin-care:

Olio straordinario capelli, L'Oreal: per me, non c'è paragone con l'analogo prodotto di Garnier! L'unica cosa che mi piace di più dell'olio L'Oreal è il profumo, che ha una leggera nota speziata, mentre quello di Garnier è leggermente fruttato, ma in entrambi i casi non c'è persistenza sul capello, per cui è un dettaglio del tutto trascurabile. Per contro l'olio di Garnier districa molto, molto meglio e dopo l'asciugatura i capelli sono decisamente più morbidi.
Inoltre l'olio di L'Oreal costa di più e contiene anche meno ml.
Lo ricomprerei? No.

Trattamento mani anti-età, Collistar: l'invecchiamento delle mani mi "preoccupa" molto, in edicola sono messe a dura prova tutto l'anno, e questa crema mi è piaciuta moltissimo, sia per il giorno che per la sera. Probabilmente non avrà nessun effetto reale contro rughe & co, però idrata, nutre, riapara e fa un bell'effetto.
La ricomprerei? Sì.

Saponetta crema latte, I Provenzali: deludente, profumo buonissimo che si sente solo all'inizio e appiccicando il naso al sapone. Inoltre tende a spaccarsi, troppo sale nell'impasto.
La ricomprerei? Non penso.

Detergente intimo lenitivo, I Provenzali: già avuto, buon prodotto e ottimo rapporto qualità-prezzo, soprattutto se lo si trova in offerta, come spesso succede.
Lo ricomprerei? Sì.

Crema da doccia alla fragola, Sephora: buona la profumazione, anche se, secondo me, più che di fragola sa di uva fragola, ma il prodotto è tremendo per la mia pelle, dopo la doccia tirava e prudeva tantissimo!
Lo ricomprerei? No!

Crema da doccia al mirtillo, Sephora: stesso effetto disastroso!
La ricomprerei? No, e ho regalato a un'amica le altre tre profumazioni, ma a quanto pare patisce anche lei...

Balsamo corpo Cantando sotto la doccia, Lush: lo amo, piacevolissimo da usare, pelle liscia e morbidissima (non ho conservato il sacchetto di carta che lo conteneva).
Lo ricomprerei? Già fatto, lo compro e lo ricompro, mai senza!

Shampoo per capelli ricci Total Results, Matrix: prodotto senza infamia e senza lode. Lava bene, come tanti altri shampoo senza dover ricomprare questo on-line...
Lo ricomprerei? No.

Balsamo per capelli ricci Total Results, Matrix: invece il balsamo non mi è piaciuto, capelli pesanti e quasi sporchi già il giorno dopo!
Lo ricomprerei? No.

Shampoo per capelli lunghi, Estérel: questo, invece, lo amo alla follia, regala lo stesso effetto visivo e sensoriale di capelli appena "usciti" dal parrucchiere!
Lo ricomprerei? Già fatto!

Balsamo per capelli lunghi, Estérel: idem!
Lo ricomprerei? Già fatto!

Struccante occhi bifasico con acqua di fiordaliso, Yves Rocher:  su You Tube ha fama di essere il miglior prodotto YR, cosa che non posso valutare, ma è di sicuro il miglior struccante bifasico mai provato! Elimina ogni traccia di trucco in pochissimi secondi, non brucia e non appanna la vista. Credo proprio che diventerà un mio maisenza!!
Lo ricomprerei? Già fatto!

Make-up:

Matita labbra, Pupa: non ricordo come questa matita sia arrivata nelle mie mani, di sicuro non l'ho comprata singolarmente perchè me lo ricorderei, quindi può essere frutto di uno scambio con qualche amica oppure faceva parte di una vecchia trousse. Comunque sia l'ho usata tutta impiegandoci anni perchè raramente uso il rossetto. Un colore abbastanza nude, tratto un pò duro.
La ricomprerei? No.

Matita occhi Petroling in the Deep 040, Catrice: bellissimo il colore, discreta la qualità, come tante.
La ricomprerei? No, e penso sia fuori produzione.

Ombretto 422 Pearl Dream, Lancome:  uno degli ombretti più vecchi che avevo, comprato più di sette anni fa, ma rimasto inalterato per tutto il tempo, ottima qualità. Un color guscio d'uovo mat perfetto per illuminare il condotto lacrimale e l'arcata sopraccigliare.
Lo ricomprerei? Fuori produzione.

Khol nero MasterDrama, Maybelline: continua a piacermi molto e stà avendo un'ottima tenuta anche con il caldo, cosa che non davo per scontata...
Una pecca: si tempera con molta fatica.
La ricomprerei? Già fatto.

Matita sopracciglia 02 Brown, Essence: sempre la stessa, inutile ripetermi.
La ricomprerei? Ho fatto scorta.

Eyeliner a tre punte, Essence: questo non è un prodotto finito, ma cestinato. Mi fa lacrimare gli occhi, cosa mai successa con nessuna matita, nessun ombretto, nessun mascara, ecc, ecc... Butto questo e regalo a un'amica gli altri tre comprati in blocco e ancora intatti, sperando che a lei non crei problemi!
Lo ricomprerei? No. 
Campioncini e minitaglie:

Pigmento Vintage Gold, MAC: un kaki dorato, bello, ma un po' troppo impegnativo per la mia vita poco mondana.
Lo ricomprerei? No, ma credo sia fuori produzione.

Maschera di giovinezza per capelli Seven Ages, Biopoint: seconda minitaglia che uso (trovata in omaggio a dicembre con una rivista), confermo il parere positivo già dato. Bell'effetto sui capelli, una marcia in più rispetto al semplice utilizzo di un balsamo, cosa non scontata per tutte le maschere!
La comprerei? Sì.

Thalasso scrub rimodellante, Geomar: mi è piaciuto moltissimo, sia come consistenza che come profumazione, più di quello di Equilibra, che però è più econimico. Alla fine quello che conta è l'effetto esfoliante sulla pelle, simile, ma per me anche il piacere del naso è importante...
Curiosamente questo di Geomar al grammo costa 2 centesimi sia nella confezione da 600 gr che in questa monodose.
Lo ricomprerei? Sì.

Gel detergente viso alla rosa mosqueta, Omnia Botanica:  prodotto già avuto e tanto apprezzato. Delicato ed efficace, ha un profumo lieve e piacevole.
Lo ricomprerei? Sì.

Campioncini: trattamento anti-rughe rivolumizzante (crema viso!), L'Oreal; Cancellulite notte, Bottega Verde; latte corpo Mar Morto, Bottega Verde; bagnodoccia Fiori di ciliegio, L'Amande; bagnodoccia Petali di sambuco e polvere d'ambra, L'Amande; bagnodoccia Assoluta di rosa, Nature's; gel bagnodoccia Ninfea, Helan; gel bagnodoccia Fiore d'angelo, Helan; gel bagnodoccia Fuchsia, Helan; profumo Goji, L'Erbolario.