sabato 5 maggio 2018

Prodotti finiti 2018/8

 


1 - mascara Ciglia Sensazionali, Maybelline: lo scovolino di questo mascara è molto arcuato, con piccoli dentini che se arrivano a contatto con la pelle sono abbastanza pungenti. Il primo utilizzo è stato tragico, poi grazie a un video di Clio ho capito in che modo dovevo usarlo, ma ci ho messo una settimana piena prima di acquisire la giusta manualità e a quel punto siamo andati d'accordo. E' un mascara che promette l'effetto ventaglio e in effetti, se lavorato molto bene e a lungo, lo crea, anche se per me la sua caratteristica principale è l'allungamento. Lo scovolino va pulito ogni due-tre utilizzi per evitare i grumi, cosa che fa sprecare molto prodotto, e invecchiando la consistenza è diventata sempre più pastosa, per riuscire ad usarlo tre mesi (durata minima che pretendo da un mascara) ho dovuto proprio scavare a fondo. Tirando le somme: fa delle belle ciglia, sì, ma ci vuole troppo tempo per arrivare a un buon risultato. Ultimo dettaglio per me fortemente negativo è l'impugnatura a goccia tipica di molti mascara Maybelline, con cui mi ero già scontrata in passato e che d'ora in poi starò ben attenta a evitare!

2 - Instant Brows Brown Pencil, Model Co: matita per sopracciglia trovata nel calendario dell'avvento di Look Fantastic. Il colore, light to medium, era decisamente troppo chiaro per me, ma l'ho usata con grandissimo piacere come base per l'ombretto.

3 - cipria opacizzante pelle perfetta, colore beige moyen, Yves Rocher: non mi è piaciuta, è meno opacizzante di ciprie che non si definiscono tali e tende a fare spessore sul viso.

4 - Automatic Precision eyeliner, numero 716 nero, Kiko: altra mia matita "maisenza" che, infatti, ho già ricomprato. Un nero opaco molto intenso, ottima scrivenza e ottima durata nell'arco della giornata, sia esternamente che nella rima interna. Molto comoda perchè automatica.

5 - saponetta Muschio bianco, Perlier: mi è piaciuta come quella Iris blu, non secca la pelle, non si spacca con l'uso e anche questa profumazione è molto piacevole. Ne proverò altre.

6 - bagnodoccia Fragranza della fortuna, Bottega Verde: edizione limitata del Natale scorso, a me ha fatto piacere usarlo all'inizio della primavera per la profumazione, una mela solo leggermente speziata. Buon prodotto che non mi faceva tirare la pelle. 

7 - shampoo fortificante Oil Repair 3, Garnier Fructis: per capelli secchi, crespi e spenti, con olio di oliva, avocado e karitè, è un prodotto molto corposo e molto nutriente che i miei capelli trattati hanno apprezzato tanto. Profumazione lieve, simile a tanti altri shampoo del marchio.

8 - balsamo crema fortificante Oil Repair 3, Garnier Fructis: stessa finalità e a base degli stessi oli dello shampoo, è il balsamo più districante che abbia mai provato, mi lasciava i capelli morbidissimi, solo un po' pesanti al terzo giorno, ma penso sia un effetto collaterale inevitabile e comunque lavo sempre i capelli ogni 2-3 giorni.
Usati sempre in combo, mi risanavano proprio i capelli, meglio di tanti trattamenti specifici. 

9 - balsamo labbra al cocco, Aroma-Zone: olio di ricino al primo posto dell'inci, seguito da glicerina, olio di cocco, cera alba e burro di karitè. Molto bio, ma anche molto deludente per me perchè mi aspettavo un burro cacao più tradizionale, invece questo era molto scivoloso e non si aggrappava bene alle labbra. Inoltre gusto e sapore sono neutri, nessun sentore di cocco (quindi non capisco perchè fare tanti "gusti").

10 - detergente intimo lenitivo Camomilla e Bergamotto, Bionova: prodotto estremamente delicato che fa quello che deve fare, ma che non mi lasciava nessuna sensazione di freschezza. La profumazione sa soprattutto di camomilla, poco piacevole per il mio olfatto.


Nessun commento:

Posta un commento