lunedì 21 agosto 2017

"Le leggende del castello nero e altre storie"


Per la Reading Challenge dovevo leggere un libro pubblicato 100 anni prima della mia nascita, quindi nel 1869, e fra i pochi che ho trovato ho scelto questa raccolta di racconti dell'alessandrino Tarchetti, che sinceramente non avevo mai sentito nominare.

Amazon lo inserisce nella categoria horror, io lo definirei gotico. Sette brevi racconti (alcuni molto brevi) che di certo non mi hanno spaventato, ma per lo più annoiato, strappandomi qualche sorriso qua e là per le storie deliranti.

Le cose migliori sono il formato del libretto, 12x15 cm, davvero carino, e il meraviglioso carattere di scrittura.

Le leggende del castello nero: il racconto che dà il titolo alla raccolta. Ambientato in Ungheria, troviamo un quindicenne che attraverso un sogno premonitore scopre quale sarà la data esatta della sua morte da lì a vent'anni e di aver già vissuto altre dieci vite.

I fatali: racconto sulla jettatura che mi ha fatto ridere ripensando a un signore che conoscevo quando ero ragazzina e che era considerato da tanti un tremendo menagramo!

La lettera U (manoscritto di un pazzo): talmente pazzo da dedicare tutta la sua vita allo studio di questa lettera giudicandola terribile e spaventosa.

Un osso di morto: un fantasma, con tanto di lenzuolo bianco, torna brevemente fra i vivi per riprendersi la rotula sinistra che per 11 anni era stata usata come fermacarte da un uomo che l'aveva ricevuta in regalo dal medico che aveva effettuato l'autopsia sul cadavere.

Storia di una gamba: il racconto più lungo e più noioso. Un ventiquattrenne depresso che conserva in una teca la gamba che gli è stata amputata un anno prima dall'amico medico, entrambi innamorati della stessa ragazza.

Il lago delle tre lamprede: il racconto più breve, ambientato nei boschi della Sila dove un uomo si perde e la contadina che lo soccorre gli racconta la leggenda di tre eremiti egoisti trasformati in questi animali acquatici 400 anni prima.

Uno spirito in un lampone: anche questo ambientato in Calabria. Ci sono un castello, un barone, una giovane cameriera uccisa da un guardaboschi e seppellita nei campi. In quel punto nasce una pianta di lamponi, che il barone mangia e così lo spirito di lei si impossessa di lui.
 
Reading Challenge 2017: questo testo risponde al requisito "un libro pubblicato 100 anni prima della tua nascita".